cervello-pacemakerDisturbo bipolare e depressione: oggi c’è una soluzione. Si tratta di un pacemaker cerebrale inserito nel cervello.

Il segreto è negli impulsi elettrici che il pacemaker diffonderebbe nelle profondità del cervello. Oggi coloro che sono affetti da questi disturbi, non sempre sinonimo di creatività come nei casi di Beethoven e Leopardi, sono costretti a a dipendere dalla somministrazione continua di  farmaci.

Helen Mayberg della Emory University School of Medicine di Atlanta, con lo staff di scienziati con cui ha lavorato,  ha dimostrato che il 41% risponde a questo trattamento e uno su cinque è andato in remissione dopo appena sei mesi.  Gli scettici lo paragonano a una versione più blanda del vecchio elettroshock, ma non si parla al momento di effetti collaterali. Ad oggi bisogna attendere i risultati di ulteriori studi per sancirne l’efficacia.

A cura di Silveria Conte

Articoli correlati:

-Frequenti sbalzi di umore, come capire se si tratta di Depressione bipolare


Tag:, ,