obesità infantilePer contrastare l’obesità infantile, problema sempre più preoccupante negli USA con un dato del 17,1% di bambini obesi nel solo Stato di New York, si intende sperimentare nei prossimi giorni il braccialetto elettronico (il loro costo è di 90 dollari l’uno e verranno applicati ai ragazzi considerati a rischio obesità).

Un rimedio da “Grande fratello” adottato dal distretto scolastico di Long Island e chiamato Ten Polar Active. Questi strumenti, simili a quelli che si usano per i detenuti, registrano le pulsazioni e la quantità di esercizio fisico e di sonno di chi li indossa.

A scatenare subito la polemica sono stati i genitori dei ragazzi, che pare non siano stati informati dell’intenzione delle autorità scolastiche. Ad oggi non sono ancora chiari tempi e modalità di utilizzo del braccialetto, ma non si tratta di una novità per il Paese.

Il braccialetto è infatti già in uso nei distretti scolastici nel New Jersey e nel Missouri, dove peraltro ha scatenato le proteste non solo dei genitori ma anche delle associazioni per la difesa delle libertà civili, che hanno parlato di violazione della privacy dei ragazzi. Ma secondo i promotori dell’iniziativa, i braccialetti stimolano l’interesse dei ragazzi nell’impegnarsi nell’esercizio fisico.

A cura di Silveria Conte

Articoli correlati:

-Obesità infantile: colpa anche del biberon


Tag:, , ,