punto gEsiste o non esiste? Alcune donne lo danno per certo, altre ci sperano. Gli uomini lo cercano. E’ il punto G, un punto magico che si troverebbe all’interno della vagina e che garantirebbe emozioni uniche. Ma il condizionale è d’obbligo, visto che da 60 anni si susseguono studi a conferma e a smentita della sua esistenza.

L’ultimo in ordine di tempo è quello di Amichai Kilchevsky e dei suoi colleghi dello Yale-New Haven Hospital in Connecticut. “Misure investigative obiettive – dicono gli esperti – non sono riuscite a produrre un’evidenza forte e consistente dell’esistenza di una regione anatomica correlabile al famoso punto G”. In altre parole, il ‘bottone magico’ non esiste.

Gli scienziati hanno passato in rassegna tutta la letteratura scientifica in merito, dal Kama Shastra, ‘antenato’ del più celebre Kamasutra, fino all’ipotesi avanzata nel 2010 dalla ginecologa francese Odile Bouisson, che ha ammesso l’esistenza del punto G, i cui effetti sorprendenti dipenderebbero comunque dal clitoride e della sua iper-sensibilità.

A cura di Silveria Conte

Articoli correlati:

-Più della metà delle donne finge l’orgasmo


Tag:, , ,