caffè decaffeinatoArriva dai ricercatori della Mount Sinai School of Medicine di New York la notizia che il caffè decaffeinato può aiutare la memoria.

Sembra infatti che il caffè senza caffeina migliori il metabolismo energetico del cervello associato al diabete di tipo 2 e fattore di rischio per la demenza e altre patologie neurodegenerative come il morbo di Alzheimer.

Un gruppo di ricerca guidato da Giulio Maria Pasinetti, docente di Neurologia e Psichiatria al Mount Sinai, ha analizzato gli effetti di un’aggiunta di caffè decaffeinato al regime dietetico dei topi di laboratorio. Il caffè è stato somministrato per cinque mesi e alla fine si è potuto rilevare che il cervello diventava in grado di metabolizzare il glucosio in modo più efficace e di utilizzarlo per produrre energia cellulare.

A cura di Silveria Conte

Articoli correlati:

-Allo studio gli effetti della caffeina sul diabete di tipo 2


Tag:, , , ,