succhi di fruttaDopo un pasto abbondante e ricco di grassi sarebbe preferibile bere un bicchiere di succo di ribes nero, ananas e prugne, perchè hanno la capacità’ di modulare la risposta infiammatoria dell’organismo. A dichiararlo è l’Inran (l’ente pubblico italiano per la ricerca in materia di alimenti e nutrizione vigilato dal Mipaaf) nell’ambito di un progetto finanziato da The Coca Cola Company.

Lo studio, si è svolto su 14 adulti (12 uomini e 2 donne), sovrappeso, sani, non fumatori, che non assumono integratori, ai quali e’ stato somministrato un pasto altamente calorico (1344 kcal con il 55% di grassi) composto da uova fritte, patate fritte, formaggio, pane bianco, accompagnato da 500 ml di una bevanda placebo o della bevanda a base di succo di ananas, prugna e ribes nero.

Le analisi hanno dimostrato che la bevanda a base di succo di frutta hanno modulato lo stress infiammatorio indotto dal pasto. “I risultati di questo studio forniscono, per la prima volta, le basi scientifiche dell’importanza delle bevande a base di frutta e, di conseguenza della frutta stessa, nello svolgere un’importante azione anti-infiammatoria in associazione con un pasto ad alto contenuto in lipidi, alla Homer Jay Simpson del serial Tv, induttore di stress infiammatorio e di fattori di rischio cardiovascolare – spiega l’autore dello studio, Mauro Serafini, ricercatore e responsabile del Laboratorio Antiossidanti dell’Inran -.

“E’ altresì importante – conclude – rimarcare che il consumo di pasti ad alto contenuto in grassi ed energia debba essere fortemente controllato, ma nel caso in cui ci si conceda il lusso del pasto “fuori regola” ed “una tantum”, e’ importante associarlo con alimenti ricchi di composti bioattivi, come un succo a base di frutta o la frutta stessa”.

A cura di Silveria Conte

Articoli correlati:

-Con la dieta mediterranea si vive più a lungo


Tag:, , , , , ,