nuotoAnche in assenza di attività fisica il cuore riesca a bruciare grassi. A renderlo noto è uno studio italiano dell’Università Politecnica delle Marche, che potrebbe avere importanti riflessi sulle future terapie per l’obesità. Due gli ormoni protagonisti dell’effetto anti-grasso: attraverso particolari peptidi natriuretici cardiaci – ANP e BNP prodotti e secreti sia a livello atriale che ventricolare -, si stimola la lipolisi e la termogenesi negli adipociti, le cellule del tessuto adiposo.

“Quello che non sapevamo – dicono i ricercatori - e che è emerso nel nostro studio, è che questi ormoni agiscono sul tessuto adiposo facendo bruciare il grasso per produrre calore. Il cuore partecipa dunque al metabolismo, ed è una novità importante”.

Per ottenere degli effetti occorre dunque aumentare il metabolismo basale, quel meccanismo di consumo energetico attivo anche quando il corpo non è chiamato a funzioni dispendiose come l’attività fisica. Per fare questo si deve fare attività fisica, in particolare nuoto o immersioni in acque non calde.

A cura di Silveria Conte

Articoli correlati:

-Dimagrire vuol dire perdere grasso e non peso


Tag:, , , , , , ,