condomSembra proprio che siano in tanti a non saper adoperare correttamente il profilattico, tanto che si è resa necessaria una “guida” per correggere gli errori più comuni. Tra questi c’è ad esempio l’abitudine a non “indossarlo” durante l’intero rapporto sessuale oppure di posizionarlo “al contrario”.

Errori che possono avere conseguenze disastrose per chi desidera evitare una gravidanza, ma anche per chi difendersi da malattie sessualmente trasmessibili, come il papilloma virus e l’Aids.

Tanti gli errori che si commettono rispetto al condom, errori che non solo ne compromettono l’efficacia, ma possono scoraggiarne l’uso successivo. Ecco allora che gli esperti hanno messo a punto alcune linee guida per il corretto uso del preservativo. Eccole in sintesi.

1. Pianificare l’uso e parlarne con il partner. Assicurarsi di avere a disposizione più preservativi e lubrificanti a base acquosa (non oleosa).

2. Controllare la data di scadenza e non usare preservativi scaduti.

3. Allontanare il condom dalla parte dell’involucro che si deve strappare.

4. Evitare il contatto del preservativo con oggetti appuntiti, compresi i denti e le unghie.

5. Ispezionarlo per scoprire eventuali danni, senza srotolarlo.

6. Non utilizzare condom danneggiati.

7. Conservarli in un luogo fresco e asciutto.

8. Indossare il preservativo prima di qualsiasi contatto con il partner (bocca e genitali).

9. Spingere indietro la cute prima di procedere. Rollare leggermente il preservativo fra le dita per assicurarsi che la parte arrotolata rimanga all’esterno. Non srotolarlo prima di averlo messo sulla punta del pene. Posizionare il preservativo sulla punta del pene eretto e verificare che si srotoli dall’esterno, altrimenti usarne un altro.

10.  Spremere la punta per eliminare l’aria, ma lasciare uno spazio, srotolare il preservativo fino alla base del pene. Anche se il preservativo è già lubrificato, più essere utile l’aggiunta di altro lubrificante per evitare eccessive frizioni. Non usare lubrificanti a base oleosa per i preservativi di lattice, ma solo quelli a base acquosa. Per

11. Tenere il preservativo per tutta la durata del rapporto. Evitare il contatto con oggetti appuntiti, piercing compresi. Cambiare il condom, se si cambia tipo di rapporto.

12. Togliere rapidamente il preservativo, tenendolo alla base per evitare che fuoriesca lo sperma.

13. Se il preservativo si rompe o scivola via durante il rapporto, ma prima dell’eiaculazione, fermarsi e utilizzarne uno nuovo. Anche se non c’è stata eiaculazione, la partner potrebbe comunque essere a rischio di infezione o di gravidanza: a questo punto è opportuno che entrambi lavino con acqua e sapone i genitali, per ridurre il rischio di infezione e che la donna usi degli spermicidi. Eventualmente si può consultare un medico.

A cura di Silveria Conte

Articoli correlati:

-Adolescenti “bocciati” in educazione sessuale


Tag:, , , ,