riso-Mangiare riso bianco, ossia non integrale, fa aumentare il rischio di sviluppare il diabete di tipo 2. Naturalmente il problema non è il riso in sé, ma il mangiare un alimento privato di tutte quelle preziose che ha il chicco integrale dopo che è stato sottoposto a “sbiancamento”.

Fibra, vitamine, magnesio, sono questi gli elementi che si perdono con la raffinatura del riso e che invece servono per la protezione dal diabete. Lo stesso discorso vale per tutti gli alimenti che subiscono lo stesso trattamento. Lo studio condotto in merito ha analizzato il consumo in Cina, in Giappone, in Australia e negli Stati Uniti; tutte le persone coinvolte negli studi non presentavano la malattia all’inizio studio. E’ venuto fuori una tendenza nello sviluppo del diabete più marcata nei Paesi asiatici dove il consumo di questo cereale è di molto superiore rispetto ai Paesi occidentali.

Il perché gli scienziati ritengono il riso bianco un potenziale fattore d’insorgenza del diabete di tipo 2 è dovuto al suo alto valore di Indice Glicemico. Difatti gli alimenti con un alto IG sono considerati fattori di rischio per il diabete. Per cercare di arginare l’epidemia mondiale di diabete di tipo 2, il suggerimento degli scienziati è di mangiare cereali integrali sostituendoli, se possibile, ai carboidrati raffinati.

A cura di Silveria Conte

Articoli correlati:

-Più tempo si ha il diabete e maggiore è il rischio di avere un ictus


Tag:, , , ,