farmaciDopo lo scandalo del sorbitolo acquistato su internet che ha portato alla morte di una giovane donna, l’Agenzia Italiana del Farmaco ha rilasciato alcuni dati in merito alle farmacie on line. Un fenomeno sempre più diffuso grazie ai numerosi negozi virtuali che offrono però spesso medicinali di dubbia provenienza, vantando qualità e caratteristiche ”naturali” degli ingredienti, ma soprattutto grazie a un prezzo di vendita sensibilmente piu’ basso rispetto al prodotto legale autorizzato sul mercato.
Per approfondire il fenomeno sono state avviate da Aifa una serie di iniziative con l’obiettivo di acquisire informazioni sulla qualita’ dei farmaci distribuiti attraverso la rete. I risultati hanno confermato che i farmaci comprati su Internet, escludendo le farmacie completamente false, risultano contraffatti in oltre il 50% dei casi

A cura di Silveria Conte

Articoli correlati:

-L’ibuprofene può aumentare la pressione sanguigna


Tag:, , , ,