pollini allergieNe soffre il 15% degli italiani. E’ l’allergia da polline, che in primavera è un vero e proprio tormento per tanti. ”Le malattie allergiche respiratorie – afferma Renato Gaini, Direttore della Clinica Otorinolaringoiatria dell’Universita’ degli Studi di Milano Bicocca – come la rinite e l’asma, sono considerate patologie emergenti infiammatorie croniche dei bambini e dei giovani adulti. Si stima che interessino dal 15% al 45% della popolazione mondiale. In Italia nell’ultimo decennio la popolazione allergica ha subito un incremento massivo passando dal 5% al 20% in alcuni territori”.

Insomma ad essere allergico è quasi un italiano per famiglia. Le allergie, inoltre non solo rappresentano un problema di salute – starnuti per l’80% degli italiani e poi gocciolamento nasale (58%), lacrimazione (55%) prurito nasale e oculare (rispettivamente nel 54% e 52% dei casi), congestione nasale e occhi lucidi (48% e 42%) e talvolta anche tosse (38%) –  ma anche un vero e proprio costo sociale, in termini di astensionismo dal lavoro e assenze scolastiche.

A cura di Silveria Conte

Articoli correlati:

-Come prevenire l’allergia nei bambini