acneNuovi rimedi per la cura dell’acne, ma stavolta non vengono dal campo farmaceutico bencì da quello naturale.  Sembra infatti che una preparazione erboristica a base di timo risulti essere piu’ efficace nel trattamento dell’acne delle creme mediche prescritte abitualmente.

Lo ha affermato una ricerca presentata alla Conferenza primaverile della Society for General Microbiology di Dublino questa settimana. Tinture di timo, calendula e mirra, questi gli ingredienti che potrebbero sconfiggere il Propionibacterium acnes – il batterio che causa l’acne e infetta i pori della pelle, provocando la formazione di brufoli e macchie.

Margarita Gomez-Escalada che ha condotto l’indagine ha spiegato come le tinture usate nell’esperimento siano costituite esclusivamente da piante ed erbe: “E’ vero che sappiamo gia’ che timo, calendula e mirra sono comuni alternative erboristiche ai normali lavaggi della pelle antibatterici, ma il nostro e’ il primo studio a dimostrare l’effetto reale che hanno sul batterio che causa l’infezione dell’acne. Questi primi risultati aprono la strada a una ricerca piu’ approfondita sull’uso di tinture come trattamenti per la patologia. Non dimentichiamo che la commercializzazione di una terapia a base di erbe per l’acne sarebbe una notizia molto gradita dato che le creme che contengono perossido di benzoile si associano all’insorgere di numerosi effetti collaterali, come bruciore e irritazione della pelle”.

A cura di Silveria Conte

Articoli correlati:

-Acne giovanile, ecco un nuovo trattamento


Tag:, , , , , , , , ,