fragoleAstringenti, antiemorragiche, antimalariche e antitumorali, queste le proprietà riscontrate nelle fragole in base a uno studio sui che ha dimostrato per la prima volta che in questo frutto e’ presente in grandi quantita’ l’agrimoniin, un tannino naturale usato largamente nella medicina tradizionale asiatica.

Secondo la ricerca, che ha coinvolto anche un ricercatore dell’Universita’ di Trento e uno di quella di Padova, l’agrimoniin e’ il piu’ importante ellagitannino presente nella fragola e nella fragolina di bosco, e vi si trova nella dose di 200 milligrammi per chilogrammo di frutto.

Fino a oggi, secondo quanto i ricercatori riferiscono, l’importanza di questo principio attivo, isolato per la prima volta nel 1982 in una pianta officinale perenne che cresce in Oriente (Agrimonia pilosa Ledeb), era del tutto inesplorata nell’alimentazione umana e ignorata dalle banche dati nutrizionali. Si riteneva erroneamente che il principale ellagitannino della fragola fosse invece un’ altra struttura, denominata ‘sanguiin H6′.

A cura di Silveria Conte

Articoli correlati:

-Fragole, uno scudo per lo stomaco


Tag:, , , , , ,