cocainaE’ stato dimostrato che il cervello di chi fa uso regolare di cocaina mostri i segni dell’età più velocemente rispetto ai coetanei. Il merito della scoperta è di alcuni ricercatori dell’Università di Cambridge, secondo cui l’abuso cronico di cocaina accelera il processo di invecchiamento cerebrale.

Lo studio ha coinvolto 120 persone simili per età, sesso e Q.I.. La metà dei soggetti era dipendente dalla cocaina, il resto non aveva mai abusato di sostanze. I ricercatori, dopo aver scannerizzato il cervello di tutti i volontari, hanno scoperto che il tasso di perdita di volume della materia grigia correlato all’età era significativamente maggiore nei cocainomani rispetto ai coetanei. Le regioni del cervello maggiormente colpite sono quelle associate all’attenzione, al processo decisionale e alla memoria.

«Con l’età – nota Karen Ersche del Behavioural and Clinical Neuroscience Institute dell’Università di Cambridge – tutti noi perdiamo materia grigia. Tuttavia abbiamo visto che chi assume cocaina in modo cronico la perde a un tasso significativamente più rapido. Cosa che potrebbe essere un segno di invecchiamento precoce».

A cura di Silveria Conte

Articoli correlati:

-I ragazzi in sovrappeso consumano più alcol e droghe


Tag:, , , , , ,