stressIl lavoro, la famiglia e le relazioni sociali, tutto corre troppo velocemente e mandano in tilt i ritmi naturali del nostro corpo, togliendoci preziose ore di sonno, con tutto cio’ che ne consegue per la nostra salute.

E’ la sindrome da ‘jet lag sociale’, ossia una sfasatura tra i ritmi naturali del corpo (scanditi dall’alternanza naturale luce/buio) e i ritmi imposti dagli impegni quotidiani che ci costringono a stare piu’ di un’ora svegli di quanto dovremmo. Secondo un maxi-studio tuttora in corso, questa sindrome colpisce la stragrande maggioranza delle persone, con un picco nell’eta’ adolescenziale, e poi resta fino all’eta’ della pensione, provocando danni alla salute e contribuendo ad alimentare l’epidemia mondiale di obesita’.

Il maxi-esperimento, basato su un questionario disponibile online in varie lingue (http://www.thewep.org/en/chronotype_study.php), ha fin qui coinvolto qualcosa come 65 mila individui europei e da ultimo permettera’ di tracciare la ‘mappa mondiale del sonno’ per vedere quanti di noi sono colpiti dal jetlag sociale e con quali conseguenze per la salute.

A cura di Silveria Conte

Articoli correlati:

-Un’app per gestire lo stress


Tag:, , , , ,