ciclismoCresce il numero di chi fa uso di sostanze dopanti nelle palestre.  Il 3% degli sportivi amatoriali italiani fa uso di doping, una cifra che sale a uno su dieci fra i frequentatori delle palestre, mentre piu’ di meta’ abusa di sostanze ‘regolari’ ma comunque pericolose.

Lo si deduce dalle cifre dei controlli per il 2011 della Commissione Vigilanza e Controllo del Doping (Cvd) del Ministero della Salute, presentati a Roma durante un convegno all’Istituto Superiore di Sanita’. “Il fenomeno non ha eta’ – ha sottolineato Massimo Casciello, direttore del Cvd – abbiamo trovato persone di 65 anni che prendono steroidi”. Anche se i diuretici restano le sostanze più utilizzate.

Le percentuali di positivita’ piu’ elevate si sono trovate nella pesistica e cultura fisica (9,7%), ma valori sopra la media sono stati visti anche nel rugby (5%) e nel ciclismo (4,4%). Accanto al fenomeno del doping c’e’ quello del consumo di farmaci leciti, ma sempre pericolosi, con il 43% del campione che ha preso antinfiammatori, e in ascesa e’ anche il consumo di integratori e prodotti salutistici, usati dal 58,8% degli atleti testati.

A cura di Silveria Conte

Articoli correlati:

-Ginnastica a casa: in forma con l’elastico


Tag:, , , , , , ,