alzheimerSi chiama CAD106 e potrebbe essere un nuovo trattamento in grado di attivare le difese immunitarie della organismo contro l’Alzheimer, una malattia che produce sostanze tossiche per i neuroni.

Il potenziale vaccino si e’ mostrato in grado di attaccare alcuni globuli bianchi che colpiscono il tessuto cerebrale solo dove serve. Grazie a una particolare modifica e’ in grado di attivare le difese immunitarie solo nei confronti della proteina beta amiloide, quella responsabile dell’inossicazione dei neuroni nel caso di morbo di Alzheimer.

Secondo i ricercatori ben l’80% dei pazienti ha sviluppato i propri anticorpi protettivi contro la beta-amiloide senza subire effetti collaterali, per questo i ricercatori sostengono che il vaccino CAD106 sia un trattamento tollerabile per i pazienti con forma lieve o moderata di Alzheimer. Per confermare la efficacia del vaccino pero’ dovranno essere condotti ulteriori indagini su grandi numeri di pazienti.

A cura di Silveria Conte

Articoli correlati:

-Alzheimer: verso un vaccino salva memoria


Tag:, , , , ,