atkinsSeguire una dieta come la Atkins, ovvero privilegiare le proteine al posto dei carboidrati, fa dimagrire più velocemente, ma arreca anche danni all’organismo, come l’aumento del rischio di infarti ed ictus del 5%. Percentuale che arriva addirittura al 60% nel caso venga adottata per un lungo periodo di tempo.

A puntare il dito contro la Atkins e tutte quelle diete definite ‘proteiche’ è uno studio pubblicato sul British Medical Journal e condotto dall’Università di Atene su 43.396 donne svedesi fra i 30 e i 49 anni, che hanno risposto ad un questionario legato allo stile di vita e al consumo di 800 alimenti diversi, e seguite in media per 15,7 anni.

Qualcuno ha però definito questa ricerca come ”fuorviante”, perché l’aumentato rischio di patologie cardiache non è legato alla dieta, “bensì ad un ridotto apporto di carboidrati accompagnato ad un aumento nel consumo di proteine”.

«Queste diete vengono camuffate e riproposte come miracolose, ma in realtà di miracoloso non hanno nulla – spiegano i nutrizionisti – e vengono consigliate solo perché danno maggiori risultati in poco tempo, senza però spiegare adeguatamente i rischi ad esse correlate. Questo sistema dimagrante va infatti seguito per poche settimane, e solo dietro rigoroso controllo medico, perché un abuso può portare non solo ai problemi cardiocircolatori, ma anche a patologie renali ed epatiche piuttosto gravi».

Insomma, niente diete fotocopia per imitare l’amica che sfoggia due taglie in meno o, peggio ancora, la celebrità di turno che giura di aver ritrovato la forma perduta abolendo pane e pasta, ma  come al solito, la cosa migliore è seguire un regime equilibrato e accompagnarlo a una sana attività fisica

A cura di Silveria Conte

Articoli correlati:

-Dimagrire, perdere peso: dimagrire mangiando si può


Tag:, , , ,