piedi-gonfiCon il gran caldo uno dei problemi che affligge molte donne è quello dei piedi gonfi. Un disagio che spesso coinvolge anche le caviglie e le gambe. Ma vediamo come combattere questo gonfiore che non solo è antiestetico, ma è indice di un malessere.

Il caldo è un grande nemico della circolazione delle gambe, ed è il malfunzionamento di questa che origina i gonfiori. Se poi si combina con la sedentarietà, allora bisogna correre ai ripari.

La ginnastica è fondamentale per avere caviglie modellate e per aiutare la microcircolazione. Se state molto in piedi durante la giornata, ma anche se passate diverse ore alla scrivania, fare un po’ di stretching: basta sollevarsi sulle punte dei piedi rimanendo per qualche secondo in tensione, e ripetere l’esercizio una ventina di volte. Oppure mettersi su uno scalino in modo che il tallone rimanga sospeso flettendo una decina di volte. Ancora, se dovete stare inchiodate alla scrivania, prendetevi qualche momento per sollevare la gamba e roteare il piede a destra e sinistra per quindici volte. Questi esercizi aiutano ad allungare il tendine e le fasce muscolari attorno alle caviglie, oltre che rinforzare i polpacci.

Chi invece ha la fortuna di essere al mare farebbe bene a fare un po’ di fitness da spiaggia, camminando sia sulla sabbia (esercizio che rinforza muscoli e articolazioni) sia in acqua.

Un rimedio classico ma sempre efficace è un pediluvio serale con acqua fresca, immergendovi fino alle caviglie. Aggiungete dell’olio mentolato o di rosmarino per rinfrescare e stimolare la circolazione. In contemporanea massaggiate piedi con una leggera pressione delle dita, e le caviglie mettendo le mani ad anello attorno ad esse e risalendo su e giù fino al ginocchio esercitando pressione.

Se volete provare una sorta di idromassaggio casalingo, riempite la vasca da bagno con acqua fresca in modo che vi arrivi alle caviglie, scioglietevi del sale grosso,  e camminateci avanti e indietro per una decina di minuti. Finito il pediluvio, applicate una crema defatigante (meglio se tenuta qualche minuto in frigorifero) e ritagliatevi almeno alcuni minuti per stare letteralmente a gambe all’aria: basterà sdraiarvi sul divano tenendo i piedi sul bracciolo, o poggiando i talloni al muro per 5 minuti.

Ricordate infine che l’alimentazione è sempre la chiave per una circolazione ottimale: occorre ridurre molto l’apporto di sale e cibi pronti confezionati, che stimolano i gonfiori, e bere almeno due litri di acqua al giorno.

A cura di Silveria Conte

Articoli correlati:

-Gambe gonfie, fragilità capillare: il rimedio c’è


Tag:, , , , , ,