gelatoSecondo il 73% dei 100 psicologi, esperti di benessere psicofisico e nutrizionisti, intervistati in uno studio promosso da Antica Gelateria del Corso gustarsi un buon gelato trasmette piacere psicofisico (31%), fa tornare all’infanzia (27%), emoziona (24%).

E nella scelta dei gusti va tenuto conto che cioccolato e bacio possono aiutare chi e’ giu’ di morale; i colorati amarena, pistacchio e gusti esotici sembrano ideali per chi vuole rilassarsi; gelato al caffe’ o tiramisu’ per chi vuole ricaricarsi, e panna per godere di un effetto consolatorio dopo una giornata particolarmente agitata.

Secondo gli esperti, il gelato e’ consigliato in particolare agli over 40 (39%) che vi trovano una deliziosa ricompensa che li appaga delle loro fatiche quotidiane, oltre che ai teenager (27%) che trovano nel gelato una dolce ‘coccola’ nei momenti di crisi sentimentali. Proprio la componente emotiva porta gli esperti a consigliare il gelato anche agli adulti nostalgici della spensieratezza e della liberta’ della loro infanzia (30%).

Secondo gli esperti chi preferisce il gelato in coppetta vuol dire che in quel momento vuole ritagliarsi una attimo di relax tutto per sé (41%) e quindi concedersi un po’ di riposo dallo stress quotidiano, il cono e’ invece scelto da chi cerca condivisione (36%), evasione (32%) e conferme negli altri (25%); infine lo stecco e’ indicato a chi e’ abituato a vivere forti emozioni (45%) e non ha tempo da perdere (38%), prediligendo un piacere da gustare velocemente.

A cura di Silveria Conte

Articoli correlati:

-Alimentazione anti-afa: ecco i consigli


Tag:, , , ,