curryUna ricerca di un’università thailandese ha confermato che il curry, grazie alla sua curcuma, aiuta a prevenire il diabete nei soggetti più a rischio. Gli scienziati si sono concentrati sui soggetti prediabetici, ossia quegli individui che mostrano alti livelli di zucchero nel sangue e che potrebbero a breve manifestare diabete di tipo 2.

I prediabetici sono stati divisi in due gruppi: il primo ha consumato un placebo, il secondo 250 ml di curcuminoidi al giorno. Dopo 9 mesi, le analisi hanno mostrato come 19 dei 116 volontari che avevano assunto placebo avevano sviluppato diabete, cosa non verificata in nessuno dei volontari del secondo gruppo.

Secondo Chuengsamarn, i curcuminoidi difendono dall’infiammazione le beta-cellule del pancreas, responsabili del rilascio dell’insulina. Così, le beta-cellule funzionano meglio, la gestione degli zuccheri è più valida ed il soggetto non è vittima del diabete.

A cura di Silveria Conte

Articoli correlati:

-Aumenta tra i giovanissimi il diabete di tipo 2


Tag:, , , , ,