cioccolatoChiamatelo cioccolato integrale o ciocciolato extralight, il dato che farà la gioia di tutti i golosi rimane invariato: gli scienziati della Warwick University hanno brevettato un cioccolato che ha il -50% di grassi in meno, mantenendo (quasi) inalterato il sapore della tavoletta per eccellenza.

Meno grasso il cioccolato, meno grassi i suoi consumatori è l’equazione ricercata grazie ad una formula di confezionamento alternativa: sostituire il burro e il latte con microgocce di succo di frutta – nell’esperimento sono state usate arance e mirtilli rossi – inferiori ai 30 micron di diametro. Il risultato, descritto sul Journal of Materials Chemistry, è quello di un impasto capace di riprodurre l’emulsione tipica del più grasso mix di cacao e burro, mantenendo la stessa grana finale, quella che conferisce alla tavoletta il suo aspetto lucido, compatto, ma al tempo stesso capace di sciogliersi in bocca ad ogni morso. 

La tecnica innovativa si chiama Pickering e grazie ad essa, “la polvere del cioccolato non si è separata dalla parte liquida. Al contrario si è emulsionata perfettamente e senza perdere il sapore originale che più dà soddisfazione al palato, generalmente dovuto alla presenza di grassi che in questo caso sono stati notevolmente ridotti”, ha detto Stefan Bon, autore della scoperta.

Certo, i “puristi” del cioccolato potrebbero storcere il naso al primo morso, tuttavia è innegabile che si tratti di una invenzione sensazionale.

A cura di Silveria Conte

Articoli correlati:

-Il cioccolato previene l’infarto


Tag:, , ,