sigaretta elettronica 2Sono diversi i sistemi alternativi al fumo di tabacco, ma non tutti vedono d’accordo gli esperti. Tra questi ci sono le sigarette elettroniche.  Se, infatti, solo pochi giorni fa erano arrivati dal congresso della Societa’ europea di cardiologia dati confortanti su questi dispositivi, almeno per quanto riguarda gli effetti sul cuore, uno studio presentato al meeting della European Respiratory Society (Ers) in corso a Vienna avverte invece che possono causare danni ai polmoni.

Le sigarette elettroniche sono dispositivi che rilasciano nicotina attraverso vapore, piuttosto che fumo. In pratica, non c’e’ combustione come avviene nelle normali ‘bionde’, ma si tratta pur sempre di nicotina.

La ricerca dell’universita’ di Atene ha coinvolto 8 individui che non avevano mai fumato e 24 tabagisti, di cui 11 con funzione polmonare normale e 13 con Broncopneumopatia cronica ostruttiva (Bpco) o asma. Ogni volontario ha utilizzato una sigaretta elettronica per 10 minuti. I ricercatori greci hanno poi misurato l’aumento della resistenza delle vie aeree (broncocostrizione) mediante una serie di test, compreso quello spirometrico.

I risultati hanno mostrato che, nei soggetti sani, c’è stato un aumento statisticamente significativo della resistenza delle vie aeree in media del 182-206%, che perdura per 10 minuti. Nei fumatori con spirometria normale, l’aumento e’ risultato in media pari a +176-220%. Nei pazienti con Bpco e asma, l’uso di una e-cig, come viene chiamata negli Usa, sembra invece non avere un effetto immediato.

Christina Gratziou, uno degli autori e presidente del Comitato per il controllo del tabacco Ers, ha detto: “Le sigarette elettroniche possono causare un danno immediato dopo che sono state utlizzate. Saranno necessarie ulteriori ricerche per capire se questo danno abbia anche effetti nel lungo termine“.

A cura di Silveria Conte

Articoli correlati:

-Chi fuma ha più probabilita’ di incorrere in rottura di un aneurisma cerebrale


Tag:, , , , , , ,