obesità infantileE’ in sovrappeso il 40% dei bambini italiani: piu’ le femmine (42%) dei maschi (38%). E’ il risultato di uno studio dell’Osservatorio Nutrizionale Grana Padano, che ha valutato le abitudini alimentari di 2238 bambini (48% femmine e 51,7% maschi) di eta’ compresa fra 6 e 14 anni.

E’ un problema di attività fisica o di corretta alimentazione? Secondo l’Istat nel 2010 la spesa alimentare media mensile per una famiglia di 5 persone e’ stata di 675 euro, circa 22 euro al giorno, (4,4 euro a testa). ”Ma la ridotta capacita’ di spesa – spiega il pediatra Claudio Maffeis (Universita’ di Verona) – puo’ indurre i genitori ad acquistare cibi dal basso costo, ma dall’ elevato contenuto calorico”.

Questo porta sulla strada dell’obesita’, ”ma – continua Maffeis – le alternative ci sono e fanno anche risparmiare: iniziamo a non comprare quello che non serve, come bevande e succhi zuccherati; non mangiare d’abitudine salse e creme spalmabili; cioccolata e dolcetti vari debbono tornare ad essere consumati solo in certe occasioni; evitare tutti gli snack fritti (patatine). Diamo ai bambini cibi semplici e che bevano tanta acqua. Quando il grasso corporeo aumenta, aumentano i fattori di rischio di importanti malattie che, se non si manifestano subito, possono farlo in eta’ successive: ipertensione, diabete, dislipidemia, aterosclerosi. E un bambino obeso ha elevato rischio (40-80%) di rimanere obeso da adulto”.

A cura di Silveria Conte

Articoli correlati:

-Bambini e ragazzi sempre piu’ sedentari


Tag:, , , , , , , , ,