saleTroppo sale sulla tavola fin da bambini. E’ questo l’allarme lanciato da un gruppo di ricercatori dei Cdc (Centers for Disease Control and Prevention) di Atlanta (Georgia-Usa) che, in uno studio pubblicato dalla rivista ‘Pediatrics’ evidenzia come l’apporto di sodio nella dieta sia associato a un aumento della pressione arteriosa massima, che e’ maggiore se il soggetto e’ sovrappeso o obeso.

Lo studio ha coinvolto 6.235 ragazzi con eta’ compresa fra gli otto e i 18 anni, il 37% dei quali sovrappeso o obeso, che consumavano in media al giorno lo stesso quantitativo consumato mediamente anche dagli adulti: 3,387 grammi, contro i 2,3 consigliati dalla sanita’ americana.

Si e’ visto che ad ogni aumento della quantita’ di sale corrispondeva anche un aumento della pressione arteriosa massima, ma che l’aumento era maggiore se il ragazzo era sovrappeso oppure obeso.

A cura di Silveria Conte

Articoli correlati:

-Gli italiani consumano più del doppio del sale consigliato


Tag:, , , ,