pillola-anticoncezionaleHanno tra i 20 e i 30 anni e affrontano la vita nella consapevolezza che, forse, saranno ‘senza’ lavoro, ‘senza’ certezze. E abituati a vivere una vita ‘in sottrazione’ pensano che anche per la contraccezione possano fare ‘senza’: 45 ragazze su 100, secondo un’indagine di Gsk Eurisko, non usano precauzioni.

Di queste l’11% ha avuto una gravidanza indesiderata.

E’ dedicata a loro la campagna d’informazione ‘Pillola senza Pillola’ per rilanciare la contraccezione ormonale.

L’iniziativa, che si realizzerà negli atenei italiani e voluta da MSD Italia, mira a informare i giovani riguardo l’esistenza di metodi contraccettivi innovativi rispetto a quelli classici che uniscono all’efficacia la praticità di un’assunzione non giornaliera.

L’idea nasce dalla volontà di rispondere alle esigenze delle ragazze che, avendo timori spesso infondati sulla contraccezione ormonale, cercano un anticoncezionale sicuro, ben tollerato e senza effetti indesiderati. Le donne oggi vogliono essere più libere ma comunque protette, a questo servono i contraccettivi a basso dosaggio ormonale funzionali e senza il rischio di dimenticanza.

A cura di Silveria Conte

Articoli correlati:

-Pillola dei 5 giorni dopo: 1 donna su 2 non sa cos’è


Tag:, , , , ,