latteE’ stato messo a punto da un gruppo di scienziati australiani della Melbourne University guidati da Marit Kramski un latte di mucca in grado di proteggere le cellule umane dal virus dell’immunodeficienza umana, conosciuto anche come Hiv.

I ricercatori hanno vaccinato delle mucche gravide con una proteina dell’Hiv e hanno poi studiato la composizione del colostro – il primo latte prodotto dopo il parto, naturalmente ricco di anticorpi per proteggere il neonato dalle infezioni – scoprendo che è in grado di proteggere dall’infezione da Hiv.

«Siamo stati capaci di ricavare dal latte anticorpi specifici per la proteina dell’Hiv – hanno spiegato i ricercatori -. Abbiamo testato che questi anticorpi si legano al virus e gli impediscono di entrare nelle cellule umane e di infettarle».

Il prossimo passo sarà sviluppare un unguento microbicida anti-Hiv che le donne potranno utilizzare prima e dopo i rapporti sessuali per la protezione dal virus.

A cura di Silveria Conte

Articoli correlati:

-In Usa approvato il primo farmaco per l’Hiv