giovane donnaAnche i teenager e i giovani adulti dovrebbero stare attenti al colesterolo, invece che iniziare a tenerlo sotto controllo solo raggiunta la mezza eta’. Lo afferma uno studio pubblicato dal Journal of the American College of Cardiology, secondo cui da giovani e’ piu’ facile diminuirne il livello senza ricorrere ai farmaci.

Per verificare i benefici dell’abbassamento in eta’ giovanile, i ricercatori della Wayne State University di Detroit hanno analizzato diversi studi, per un totale di 300mila persone, su pazienti che avevano una mutazione genetica che teneva basso naturalmente il livello di colesterolo.

Dall’analisi e’ emerso che un livello basso della proteina da giovani abbassa il rischio di problemi cardiovascolari del 55 per cento, mentre ad esempio l’uso di statine dopo i 60 solo del 20 per cento: “Il messaggio non e’ di iniziare a prendere statine da ragazzi – sottolineano gli autori – ma di tenere sotto controllo il colesterolo, che a quell’eta’ puo’ essere fatto facilmente con la dieta e l’esercizio fisico”.

A cura di Silveria Conte

Articoli correlati:

-Contro il colesterolo cattivo viene in aiuto il cocomero


Tag:, ,