pesce omega3Il pesce azzurro è più efficace degli integratori di omega-3 nel ridurre il rischio di ictus. Secondo uno studio dell’Università di Cambridge, infatti, con due porzioni di pesce, in particolare sgombri, sardine e alici, le probabilità di ictus o di ischemia si riducono del 6% rispetto a chi di pesce non ne mangia mai o al massimo consuma una porzione a settimana.

Lo studio ha preso in considerazione ben 800mila persone in 15 diversi Paesi del mondo, tra le quali quasi 35.000 casi di malattia cerebrovascolare, ictus o ischemia.

A cura di Silveria Conte

Articoli correlati:

-Olio di pesce contro il decadimento fisico