tiroideE’ rimasta invariata al 3%, negli ultimi 40 anni, la possibilita’ che un nodulo alla tiroide sia maligno.

E’ quanto emerso dallo studio, effettuato su 10.000 pazienti dal 1972 ad oggi, condotto dal professor Angelo Carpi del dipartimento di medicina clinica e sperimentale dell’Universita’ di Pisa, in collaborazione con l’unita’ di epidemiologia e biostatistica dell’istituto di fisiologia del Cnr di Pisa.

A cura di Silveria Conte

Articoli correlati:

-Al rientro dalla vacanze attenzione alla tiroide


Tag:, ,