autismo bambiniUna nuova ricerca mostra un collegamento tra l’esposizione neonatale all’inquinamento e i disturbi dello spettro autistico. Nei bambini affetti da questa patologia sono state riscontrate probabilità da due a tre volte maggiori di essere stati esposti ai fumi esalati dal tubo scappamento, allo smog e ad altre sostanze inquinanti dell’aria nei primi giorni di vita rispetto agli altri. Questi i risultati di un nuovo studio condotto dalla University of Southern California.

Lo studio non prova in modo definitivo che l’inquinamento sia la radice dell’autismo. “Non stiamo dicendo che l’inquinamento atmosferico causa l’autismo. Ma che potrebbe essere un fattore di rischio. Si tratta di un disturbo complesso ed è verosimile che molti fattori contribuiscano al suo sviluppo”.

In particolare, le differenze genetiche potrebbero rendere alcuni bambini più suscettibili di altri nei confronti di eventuali danni derivati da stimoli ambientali come le sostanze inquinanti.

A cura di Silveria Conte

Articoli correlati:

Maggiore rischio di un figlio autistico per i papà-nonni


Tag:, ,