depressioneNatale non è solo festa e gioia, per qualcuno l’atmosfera natalizia è fonte di fastidio, anche a causa di una vicinanza sentita come forzata con amici e parenti. Si chiama Christmas blues, malinconia del Natale.

Chiamarla depressione è forse troppo. Ma Francesca Saccà, psicologa e psicoterapeuta, spiega: “Può capitare che in questo periodo dell’anno si finisca per fare dei bilanci e si diventi più malinconici e apatici del solito”. Maggiormente colpite dal fenomeno, secondo la specialista, le persone dai trent’anni in su, che dal confronto con i coetanei, soprattutto parenti, ricavano un senso di frustrazione, mentre anziani e giovanissimi sembrano esserne quasi immuni.

Il consiglio? “Essere più flessibili e leggeri, agendo sulla base dei propri desideri e riuscendo anche a dire qualche no. Chi ci sta accanto, se spiegheremo bene le nostre ragioni, saprà capirle. In ogni caso è importante vivere il confronto con gli altri con serenità e in maniera costruttiva. Anche se ci sono differenze che vanno a proprio sfavore bisogna cercare di lavorare sul positivo, su quanto di buono si potrebbe fare”.

A cura di Silveria Conte

Articoli correlati:

-Dopo il sesso, ansia e malinconia colpiscono 1 donna su 3


Tag:, , ,