Frutta-e-verdura-di-stagioneLa dieta Dash (Dietary Approaches to Stop Hypertension) può aiutare ad abbassare la pressione sanguigna e diminuire la quantità di sodio assunto con l’alimentazione.

Nella cura dell’ipertensione, l’alimentazione riveste un ruolo molto importante, se non addirittura terapeutico. Quando si parla di ipertensione, il sale da cucina e gli alimenti che lo contengono sono senza dubbio i primi a finire sul banco degli imputati, ma ci sono anche altri fattori ad incidere, quali le abitudini alimentari, la predisposizione genetica, lo stile di vita (fumo, stress, ecc.) e la sedentarietà.

La dieta Dash, ha lo scopo di mantenere il cuore in buona salute, limitando l’assunzione di grassi saturi e di colesterolo e aumentando il consumo di cibi ricchi di nutrienti dall’effetto notoriamente ipotensivo. Questo regime alimentare, inoltre, apporta anche altri benefici, diminuisce il colesterolo LDL (anche detto colesterolo cattivo) e di conseguenza anche il rischio di malattie cardiache.

Le regole generali della dieta Dash raccomandano di mangiare più frutta e verdura, ma anche latticini, cereali integrali, pesce, carni bianche e noci, alimenti ricchi di magnesio, potassio e calcio. Da limitare, invece, le carni rosse e i dolci. Per iniziare la dieta potete aggiungere 1 porzione di verdura a pranzo a cena e 1 porzione di frutta da consumare 2 volte al giorno, anche come snack. Il burro e la margarina andrebbero aboliti, sono da preferire, invece, i condimenti senza grassi. Come stuzzichini spezzafame potete consumare yogurt magro o crudité, anche la frutta secca (con moderazione).

In abbinamento alla dieta, inoltre, è opportuno seguire un programma di attività fisica regolare, e quando si va a fare la spesa, leggere con attenzione le etichette dei cibi per acquistare i prodotti a basso contenuto di sodio.

A cura di Silveria Conte

Articoli correlati:

-Troppo sale: bambini e adolescenti a rischio


Tag:, , , ,