Sapevate che il colore delle pareti della camera da letto influisce sul sonno e tanto altro? Ebbene si, condiziona l’attività notturna.

Un sondaggio fatto su circa 2000 abitazioni dalla catena alberghiera britannica Travelodge ha mostrato che il miglior colore delle pareti della stanza da letto per godere di un sonno tranquillo e sereno è il blu, ma anche il giallo e il verde garantiscono in media un sonno di circa otto ore. Il viola ostacola il riposo e porta a notti insonne, il grigio e il marrone sono colori troppo cupi e tristi che favoriscono la malinconia, mentre l’argento incoraggia l’attività fisica. Il colore rosso a differenza di quanto si crede non stimola la passione, ma in realtà è il caramello che facilita gli incontri amorosi.

Per dormire bene occorre quindi scegliere il colore giusto!

Di sicuro ci si chiede che importanza abbia la tinta delle pareti quando stiamo dormendo e come possa influire, la risposta è che negli occhi ci sono dei recettori detti cellule gangliari capaci di recepire i colori che ci circondano, in quanto facilmente sensibili, influenzando cosi il sonno notturno.

di Ilaria Musetta


Tag:, , , ,