Molte persone sono contrarie al fumo e quindi facilmente appaiono infastidite dall’odore e dalla vista della sigaretta, molte di loro vorrebbero che l’utilizzo venisse vietato negli stadi, alla fermata degli autobus, nei giardini pubblici e nei luoghi al chiuso aperti al pubblico (bar, ristoranti, cinema) in quest’ultimo caso si fa riferimento alla sigaretta elettronica, un prodotto nuovo e che sembra abbia spopolato tra la gente, in quanto la semplice sigaretta in questi luoghi è già vietata.

Un’importante “traguardo” è stato raggiunto: nei treni non è possibile fare uso della sigaretta elettronica, ciò è quanto deciso da Trenitalia  che ha partecipato ad un programma di lotta contro il fumo “ Sfreccia contro il fumo” promosso dal Ministero della Salute.

Sono state fatte delle interviste agli italiani, sia a chi è sfavorevole al fumo sia a i fumatori, per capire le loro opinioni circa l’uso della sigaretta, ovvero in riferimento all’estensione del divieto di fumare nelle stazioni, nei luoghi pubblici e negli stadi, ed è stato colto che la maggior parte delle persone sono favorevoli al divieto.

Nei luoghi pubblici al chiuso, come bar, ristoranti, cinema vi è già il divieto di fumare, ma non anche per quello della sigaretta elettronica, e la possibilità che il divieto possa estendersi anche nei luoghi pubblici come i parchi e lo stadio è abbastanza cruda e allarmante per gli italiani fumatori.

di Ilaria Musetta


Tag:, , ,