L’uso della sigaretta elettronica presto sarà vietato ai minori di 18 anni e nelle scuole anche da persone maggiorenni, ma non nei luoghi pubblici, questo è quanto deciso dal Ministro alla Salute Beatrice Lorenzin.
Ribadisce il Ministro che la direttiva europea in merito alla e-cig è ancora del tutto incerta, in quanto effettua semplicemente una distinzione in merito alla quantità di nicotina, quindi non si conosce con perfezione il contenuto dei liquidi per questo il consumatore deve essere avvertito, una quantità elevata di nicotina potrebbe portare ad un’intossicazione. E’ stato deciso di immortalare sui pacchetti immagini choc allo scopo di dissuadere e convincere il fumatore ad abbandonare simile vizio. La sigaretta elettronica è un prodotto che ha avuto una larga diffusione, molte persone l’hanno sostituita alla tradizionale sigaretta con la convinzione di riuscire a smettere di fumare, ma appunto, si tratta di una sola e semplice credenza, in quanto si contano e sempre se ci sono persone che sono riuscite a smettere, anzi la e-cig continua a creare dipendenza proprio perché al suo interno vi è la presenza di nicotina.
La sigaretta elettronica non è un farmaco e pertanto un contenuto notevole di nicotina potrebbe essere pericoloso per l’individuo che la utilizza.
di Ilaria Musetta


Tag:, , , , , ,