Guidare per alcuni può rappresentare un piacere mentre per altri può essere causa di stress, di irritazione, di mal di testa, di stanchezza, di nervosismo e di aumento del battito cardiaco, ciò è quanto è stato raccolto in seguito ad un sondaggio effettuato dal Centro Studi-Documentazione dell’agenzia assicurativa Direct Line. I casi in cui le persone presentano un notevole stress sono molteplici, in particolare, a titolo esemplificativo e non esaustivo, vi è il parcheggio, nel quale la gente trova difficoltà, altra fonte di stress è guidare nella nebbia oppure in caso di grandine, di pioggia, di vento, mentre può causare ansia anche guidare in strade buie e in prossimità di un passaggio a livello. Ci sono invece altre situazioni che possono infastidire il guidatore come il mancato uso delle frecce direzionali, l’ impiego scorretto degli abbaglianti, ovvero tutti quei comportamenti errati commessi dagli altri. Guidare però rappresenta, nonostante lo stress che possa causare, a cui tutti sono sottoposti per motivi di lavoro o per altro, una necessità e per questo è difficile farne a meno. La Direct Line ha cercato di dare alcuni consigli per meglio affrontare l’irritabilità della guida, come quella di ascoltare musica in caso di traffico e attivare il riciclo del’aria per evitare di respirare lo smog circostante causato appunto dall’ingorgo in cui ci si trova.

di Ilaria Musetta


Tag:, , ,