E’ stato scoperto da uno studio cinese della Zhengzhou University e pubblicato sulla rivista scientifica Neural Regeneration Research che il resveratrolo, ovvero il polifenolo contenuto nelle bucce d’uva e quindi anche nel vino rosso, abbia delle qualità benefiche per gli individui ed in particolar modo contro l’Alzheimer, Parkinson, ischemia, malattia di Huntington e demenza. Tale sostanza è capace di svolgere un’azione positiva, migliorando l’apprendimento e la memoria, ed ha un ruolo protettivo a livello neurologico. Quindi mangiare uva e bere un bicchiere di vino può avere dei riscontri positivi. La ricerca è stata effettuata facendo degli esperimenti su alcuni animali, in particolare sui topi di laboratorio affetti da demenza vascolare. Il Dottor Boai Zhang insieme ai suoi colleghi dopo tali esperimenti, ha concluso che il resveratrolo è capace di migliorare la memoria e le capacità di apprendimento, ma anche di ridurre lo stress ossidativo, testandolo sugli animali.
di Ilaria Musetta


Tag:, , , , , , ,