E’ stato individuato un nuovo gas che sarebbe più pericoloso del Co2, il (pftba) perfluorotributilammina. Tale scoperta è stata effettuata da alcuni studiosi dell’Università di Toronto e pubblicata sulla rivista Geophysical Research Letters. Si tratterebbe di un gas serra ad alta potenza radioattiva, non esistente in natura e che è stato impiegato già del secolo scorso per produrre dispositivi elettrici, mente oggi per provare alcune apparecchiature elettroniche. Non esistono né processi né sistemi in grado di rimuovere tale Pftba, ed è proprio la sua permanenza nella bassa atmosfera a renderlo pericoloso. Il perfluorotributilammina ha un impatto decisamente negativo sul clima, infatti è 7000 più potente dell’anidride carbonica. Quanto sia diffuso questo gas nell’aria, è una risposta a cui gli esperti non si espongono, in quanto non lo sanno con precisione e in modo chiaro, di sicuro è molto nocivo per l’ambiente. A differenza dell’anidride carbonica che viene assimilata dalle piante e dagli oceani, per il pftba non vi è nessun sistema naturale in grado di imprigionarlo, e attualmente non vi è alcun meccanismo che possa monitorare la sua emissione.
di Ilaria Musetta


Tag:, , , ,