Il modello proposto in molti spot televisivi mostra la superiorità degli uomini, ma occorre dire basta a queste pubblicità sessiste dove ancora le donne vengono offese, concepite come oggetti. Oggi sono molti i cartoni animati a trasmettere poco amore, passione, sentimenti, proponendo una visione diversa, fatta di combattimenti, violenza, utilizzo di armi, competizioni, confronti, indirizzando la società verso la lotta, la prepotenza, l’aggressività. Gli esperti del Centro Italiano di Sessuologia danno istruzioni precise, propongono infatti di eliminare il modello proposto dalla Tv, la quale trasmette una visione maschilista, ovvero di un maschio possessivo, seduttore, forte, superiore. Indubbiamente, attraverso tale messaggio, ci si prepara ad essere più determinati ma di sicuro non pronti a creare rapporti sociali. Ed è proprio la rappresentazione mediatica ad essere errata, mostrando la donna come modello di donna-oggetto, e quello della donna madre e casalinga, un modello in cui vigono le regole del patriarcato, uomo a lavoro e fuori di casa, donna in casa e massaia.
di Ilaria Musetta


Tag:, , ,