Secondo uno studio effettuato presso L’Università della California e pubblicato sulla rivista Plos One esisterebbe, oltre al fumo attivo che nuoce gravemente alla salute e passivo che altrettanto fa male, anche il cosiddetto fumo di terza mano ovvero quello che risulta essere il più dannoso, in quanto rimane negli ambienti, sui vestiti, sugli oggetti, sulle tende, sui mobili, sulle pareti e sui sedili dell’auto per molto tempo, contaminando quindi gli ambienti dove si fuma con delle particelle microscopiche depositate dal fumo delle sigarette stesse, e questo ha effetti negativi sulla salute. La ricerca è stata eseguita analizzando i topi di laboratorio e hanno riscontrato che il fumo di terza mano è risultato essere dannoso per la salute dei topi provocando gli stessi effetti nocivi del fumo attivo e passivo. Questo mostra quanto le sigarette possano essere dannose anche per la salute di chi non fuma. Si tratta di un pericolo allarmante, in quanto non si può vedere e rimane sulle superfici che sono esposte al fumo della sigaretta.
di Ilaria Musetta


Tag:, , , ,