aglioUna ricerca del dottor Tim Holm Jakobsen, medico danese dell’Università di Copenhagen, sostiene che l’aglio, grazie alla presenza di una sostanza chiamata l’ajoene, è un efficace antiasettico e antibatterico.
In pratica l’ajoene impedisce ai batteri di produrre i rhamnolipidi, in grado di distruggere i globuli bianchi presenti nel sangue che sono i responsabili della protezione del sistema immunitario.

L’unica controindicazione è che di ajoene nell’aglio non ve ne è tantissimo: se ne dovrebbero consumare 50 spicchi al giorno per vere una buona protezione del sistema immunitario.

a cura di Giaden

articoli correlati:
- La curcuma rinforza le difese immunitarie


Tag:, , ,