Ormai il countdown per 600mila quattordicenni per la prova di terza media e 500mila studenti delle superiori per la prima prova scritta  è partito. Lo stress sarà devastante, l’aiuto verrà dall’elemento naturale più indispensabile: l’acqua, che sarà un ottimo tonico in grado di aiutare i giovani a supportare gli sforzi. “L’acqua è particolarmente necessaria nei tessuti ad alta attività metabolica: tra questi, il più importante è il cervello, formato da questo elemento per l’85% , spiega il dottor Alessandro Zanasi, esperto idrologo dell’Osservatorio Sanpellegrino e  docente della Scuola di Specializzazione in Malattie dell’Apparato Respiratorio e della Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università degli Studi di Bologna. Diversi studi hanno dimostrato come l’insufficiente idratazione incida negativamente non soltanto sulle prestazione fisiche, ma anche su quelle cerebrali. Una moderata disidratazione porta a stanchezza e riduzione di concentrazione, oltre che mal di testa e rallentamento anche dell’esecuzione di compiti semplici”. Secondo Zanassi è opportuno bere ogni ora, così da idratare le membrane cellulari rendendole più attive, da preferire le acque ricche di calcio, sostanza “utile alla trasmissione degli impulsi nervosi e a favorire i processi cognitivi”. Inoltre, è importante una corretta alimentazione, il giusto sonno e qualche ora di svago con gli amici, per permettere al cervello di ossigenarsi.


Tag:, , , , , , , ,