L’uso di antidepressivi come il prozac raffrederebbe la passione di coppia. A dirlo è una ricerca dell’Università di Pisa e dell’International Mood Center di San Diego, che hanno pubblicato sul Journal of Affective Disorder i risultati di uno studio sugli effetti di tali antidepressivi, i quali sembrano manifestarsi esclusivamente sugli uomini. La psichiatra Daniela Marazziti, che ha condotto la ricerca, spiega: “lo studio era volto a indagare le eventuali modifiche di alcune caratteristiche dei rapporti d’amore durante il trattamento a lungo termine della depressione con farmaci antidepressivi di prima generazione, i cosiddetti triciclici, e con quelli di seconda generazione, definiti inibitori selettivi della ricaptazione della serotonina (Ssri). L’indagine si è svolta tramite un questionario su un campione di 192 pazienti composto da 123 donne e 69 uomini. I risultati hanno mostrato che i nuovi antidepressivi hanno un impatto significativo sui sentimenti d’amore soprattutto negli uomini, ostacolando l’attaccamento del maschio verso la partner. Ciò che si vede chiaramente è che viene determinato un appiattimento affettivo, analizzato ora per la prima volta in modo sistematico, e che tale effetto dipende dal sesso”. Emergerebbe,perciò, un vero calo del desiderio nei confronti della compagna, che va attenuandosi se il rapporto è lungo e stabile.

 


Tag:, , , , , , ,