Nel 2013 nel nostro Paese sono stati effettuati 192.756 interventi estetici, pari all’1,6% del dato totale, stimato in 23 milioni di operazioni nel mondo. Infatti con questo numero l’Italia si è guadagnata il settimo posto al mondo per la chirurgia estetica, davanti a noi ci sono: Stati Uniti, Brasile, Messico, Germania e Spagna, con numeri da capogiro. Questo sondaggio è stato effettuato dalla International society of aesthetic plastic surgery (ISAPS) a New York. Gli interventi chirurgici più effettuati nel 2013 sono stati:  l’aumento del seno (1.773.584); liposuzione (1.614.031); blefaroplastica (1.379263); lipofilling (trapianto di grasso autologo) 1.053.890 e rinoplastica (954.423). In Italia l’indagine è stata effettuata dall’Associazione Italiana di Chirurgia Plastica Estetica (Aicpe) che rispetta la classifica mondiale. Ma il discorso è diverso per la medicina estetica, dato che nel mondo l’intervento più praticato in assoluto si conferma essere la tossina botulinica (5.145.189), seguita a distanza da filler e riassorbibili (3.089.686), mentre  in Italia la primo posto c’è l’acido ialuronico, seguita dalla tossina botulinica.

 


Tag:, , , , , , , ,