Secondo la  Dr.ssa Susan Roberts della Friedman School of Nutrition Science and Policy presso la Tufts University adottare un’alimentazione sana è possibile  anche per coloro che preferiscono il cibo spazzatura. Come? Allenando il cervello ad un cibo salutare, ma fino alla sazietà. Questo il risultato di un educazione comportamentale ai cibi sani su 13 persone 8 delle quali obese, che hanno seguito una dieta ricca di fibre e proteine e povera di carboidrati. Queste persone sono state  monitorate con risonanze magnetiche, prima e dopo la dieta durata sei settimane, per osservare alcune aree del loro cervello stimolate dall’immagine di alcuni cibi. Ebbene dopo tale programma di dimagrimento rispondevano con maggiori stimoli alle immagini dei cibi sani, cosa che prima dell’esperimento non succedeva, anzi il loro stimolo era solo per il cibo spazzatura. Da questo si deduce che è possibile per tutti dimagrire e seguire una dieta sana basta allenare il cervello ai cibi sani e genuini. La Dr.ssa Susan Roberts afferma che : “Non nasciamo amando le patatine fritte e odiando, ad esempio, la pasta di grano integrale. Questo condizionamento avviene nel tempo in risposta al mangiare, ripetutamente, quello che c’è lì fuori nell’ambiente del cibo tossico. C’è molta ricerca ancora da fare in questo campo, compreso l’aumento del maggior numero di partecipanti alla ricerca, controlli programmati a lungo termine e l’investigazione di ulteriori aree del cervello.


Tag:, , , , , , , , ,