Se vogliamo proteggere il nostro cuore da ictus ischemico, emorragico e infarto dobbiamo mangiare tanta frutta. Questo il risultato di una ricerca condotta della University of Oxford presentato al congresso della Società europea di cardiologia di Barcellona su una popolazione di quasi mezzo milione di persone in Cina per circa 7 anni; del totale solo il 18% ha dichiarato di consumare la frutta quotidianamente, mentre il 6,3% ha dichiarato di non consumarla affatto. Ebbene nel primo gruppo il rischio di malattie cardiovascolari è notevolmente calato rispetto a quello con il consumo minore, rispettivamente del 15% per l’infarto, del 25% per l’ictus ischemico e del 40% per quello emorragico. Inoltre, l’autore dello studio Huaidong Du ha affermato: “Questi dati dimostrano chiaramente che il consumo di frutta fresca riduce il rischio cardiovascolare. Non solo, più se ne mangia più il rischio cala”.


Tag:, , , , , ,