Gli ansiolitici  a base di  benzodiazepine possono aumentare il rischio Alzheimer. A metterci in guardia uno studio congiunto tra Inserm, Università di Bordeaux e Università di Montreal e pubblicato sul British Medical Journal. Questo componente alla base di molti ansiolitici e tranquillanti aumenterebbe il rischio di ammalarsi del 51% se la terapia supera i 3 mesi e fino a 84%per trattamenti prolungati oltre i sei mesi. Il campione preso in esame è di 1800 persone con l’Alzheimer e 7100 persone senza demenza accomunante solo da sesso e età, ebbene , considerando le prescrizioni di benzodiazepine e la durata del trattamento i risultati hanno dimostrato una chiara correlazione tra rischio di ammalarsi di Alzheimer e l’aver usato in passato questo tipo di terapia. A tale proposito gli esperti sottolineano che le prescrizioni di questi farmaci non devono superare i 90 giorni specialmenter nel caso di anziani.


Tag:, , , , , ,