Vuoi la troppa paura per le reazioni del bambino, vuoi la troppa cattiva informazione che dilaga sul web, comunque sta di fatto che 4 genitori su 10  temono i vaccini. Dall’’indagine condotta dall’Osservatorio nazionale sulla salute dell’infanzia e dell’adolescenza (Paidòss), presentata al I Forum internazionale dell’infanzia, dell’adolescenza e della famiglia, in corso a Napoli, le percentuali parlano chiaro sono il 23% i genitori che temono che i vaccini possano essere rischiosi, mentre il 18% preferisce evitarli proprio, ritenendo negativi i loro effetti nel futuro dei propri figli. L’indagine è stata condotta  su 105 famiglie e 255 pediatri che hanno in cura oltre 800 mila bambini, e l’esito è stata una vera e propria classifica delle malattie infettive che temono i genitori. Al primo posto c’è la meningite ed epatite A con la poliomielite e tetano, seguite da morbillo, pertosse e varicella, mentre l’influenza è solo all’ultimo posto. Giuseppe Mele, presidente di Paidòss afferma: “Nonostante i timori, però, i vaccini che sarebbero il mezzo di prevenzione ideale sono di fatto poco conosciuti, e paradossalmente sono ancora meno noti proprio quelli che combattono le patologie che spaventano di più. Il 65% dei genitori, ad esempio, conosce l’antinfluenzale; uno su 2 il vaccino per la varicella, uno su 3 quello per Hpv, ma appena il 20% conosce l’anti-meningococco C e solo il 15% l’anti-pneumococco. I vaccini sono di fatto oggetti misteriosi per la maggioranza dei genitori, anche se conforta accorgersi che gran parte di loro si affida molto al proprio pediatra per prendere decisioni: il 60% ad esempio fa la vaccinazione per morbillo, parotite e rosolia ai propri figli pur conoscendola realmente solo in un caso su 3″.  Inoltre, il presidente continua dicendo che: “In Rete si possono trovare siti anti-vaccinazioni che riferiscono di pericoli oggettivamente preoccupanti: i vaccini sono stati accusati di provocare l’autismo, malattie autoimmuni, sclerosi multipla e altre patologie neurologiche, perfino tumori”. “Nonostante non ci siano prove reali e documentate e anzi, sia invece certo il beneficio delle vaccinazioni per sventare i ben più certi rischi derivanti dalle malattie che combattono, tuttora quattro genitori su dieci si fanno bloccare dalla paura. L’antidoto a questi infondati timori può essere proprio il pediatra, a cui rivolgersi per chiarire dubbi e incertezze”.


Tag:, , , , , ,