La troppa gelosia e possessività nelle donne di mezza età con ansie e sbalzi di umore può far aumentare il rischio di ammalarsi di Alzheimer. A dirlo i risultati della ricerca condotta dalla University of Gothenburg e pubblicata su Neurology. Lo studio è stato condotto su 800 donne per la durata di 38 anni, alla fine del quale 153 hanno sviluppato la demenza, ma solo le più nevrotiche, stressate per lunghi periodi a lavoro, ansionse e umorali sono risultate essere più propense a questo tipo di patologia. Lena Johannsson, autrice dello studio, dice: “La maggior parte delle ricerche sull’Alzheimer sono state dedicate a fattori come istruzione, rischi cardiovascolari, traumi cerebrali, storia familiare e genetica. La personalità potrebbe influenzare il rischio di demenza attraverso il suo effetto sul comportamento, lo stile di vita o le reazioni allo stress. E’ stimato che il numero di persone con demenza crescerà drammaticamente. E’ dunque importante identificare i fattori di rischio e quelli protettivi”. Mentre Simon Ridley dell’Alzheimer’s Research del Regno Unito, sottolinea l’importanza della prevenzione : “Comprendere i fattori che influenzano i rischi di Alzheimer potrebbe fornirci nuove strategie per prevenire il morbo”.


Tag:, , , , , ,