Quante tazzine al giorno bevi? La risposta si troverebbe nel DNA, precisamente in 8 geni. Sono questi che ci differenziano per il consumo di caffeina. La scoperta è stata fatta dai ricercatori della Harvard School of Public Health su un campione di 120mila soggetti bevitori di caffè e otto sono state le varianti identificate:

- Ahr e Cyp1a, già indentificate da studi precedenti,

- Por e Abcg2, che regolano il metabolismo della caffeina;

- Bdnf e Slc6a4, collegate alle precedenti;

- Gckr e Mlxpl, infine , che regolano il metabolismo di glucosio e lipidi.

Sarebbero questi geni ad influenzare il nostro consumo di caffeina e cosa quest’ultimo può comportare per ognuno di noi come:tachicardia, agitazione, insonnia o semplicemente piacere in ogni momento della giornata. Il risultato della ricerca permetterà secondo Marilyn Cornelis, autrice della ricerca di “identificare sottogruppi di persone con più probabilità di beneficiare di un aumento o di una diminuzione del consumo di caffè per migliorare la loro salute”, anche se secondo gli esperti il consumo quotidiano non dovrebbe superare i 300mm.


Tag:, , , , , , ,